Menu

Fiorenzo Madonna

Classe 1986, esordisce in scena nel 2005 in un lavoro di teatro-danza a cura della coreografa e regista Anna Redi con cui continua a collaborare fino al 2008. Fra il 2006 e il 2007 è allievo di Forma Azione Scena, corso di alta formazione per attori e registi teatrali diretto da Roberto Roberto e Hassane Kassi Kouyaté, durante il quale studia con docenti di livello internazionale fra cui Lilo Baur, Jos Houben, Paola Rizza, Marcello Magni, Michèle Millner, Bruce Myers, Renata Margherita Molinari, Andrea Renzi, Virginio Liberti, Annalisa D’Amato e ha l’occasione di entrare in contatto con Teatri Uniti, Théâtre du Soleil, Théâtre des Bouffes du Nord. Fra il 2009 e il 2010 è attore e attrezzista ne “La trilogia della villeggiatura” di Goldoni per la regia di Toni Servillo. Nel 2012 consegue la laurea magistrale in filosofia con una tesi sui personaggi nichilisti nell’opera di Dostoevskij. Collabora fra il 2012 e il 2013 come assistente alla regia con Orlando Cinque e Salvatore Cantalupo. Nel 2013 porta in scena “Io sono il vento” di Jon Fosse con Vanda Monaco Westerståhl e Marco Sgrosso. Dal 2012 collabora stabilmente come attore, formatore e drammaturgo con la compagnia Manovalanza, con cui va in scena in numerosi spettacoli per la regia di Adriana Follieri. Nel 2015 è attore in “Pisci ‘e paranza”, regia di Mario de Masi, segnalazione speciale alla XV edizione del Premio Scenario.